Cerca

Borgo

Scontrone

Scontrone racchiude nel suo territorio tutti gli aspetti tipici della montagna abruzzese. Si passa dalla pianura alluvionale del fiume Sangro, ai dolci pendii pedemontani fino ad arrivare alle aree sommitali modellate dai ghiacci del Quaternario.

Borgo

Castelvecchio Calvisio

Tra le montagne del versante meridionale del Gran Sasso, all’interno del Parco Nazionale che prende il nome dall’omonima catena montuosa, trova riparo e protezione il borgo di Castelvecchio Calvisio.

Borgo

Castelvecchio Subequo

Castelvecchio Subequo è un centro di piccole dimensioni, ma raccoglie in sé tanti elementi di importanza storica, artistica e culturale, con un notevole patrimonio di monumenti.

Borgo

Cerchio

Cerchio è un piccolo borgo abruzzese della Marsica, che sorge in provincia de L’Aquila a un’altitudine di circa 800 metri sul livello del mare e fa parte della Comunità Montana Valle del Giovenco.

Borgo

Collarmele

Collarmele è un piccolo borgo della provincia de L’Aquila che fa parte della Comunità Montana Valle del Giovenco. Avvolto da un alone di mistero, la sua storia è ricca di leggende e aneddoti, racchiuse da secoli nelle splendide vallate appenniniche abruzzesi.

Borgo

Fara San Martino

Fara San Martino, borgo immerso nella splendida area naturalistica del Parco Nazionale della Majella, può essere definita la capitale mondiale della pasta, poichè vanta la storica presenza di celebri pastifici, sul suo territorio.

Borgo

Goriano Sicoli

Goriano Sicoli, borgo di origini medievali, è racchiuso nel territorio della Comunità Montana del Parco Regionale Sirente-Velino. Posto su una panoramica collina, il piccolo paese, in provincia de L’Aquila, si affaccia sulla Valle Subequana, circondato da uno scenario naturale costellato di cime montuose, valli e boschi.

La ricchezza dei luoghi, tuttavia, è solo in parte nella sua natura: a renderne prezioso il patrimonio sono anche la storia, la cultura e le tradizioni, ereditate da un passato che ha contribuito a definirne l’identità e i cui segni sono ancora oggi ben conservati e visibili.

Borgo

Lettopalena

Il borgo e la valle si dice abbiano origini che affondano nel mito: è qui, lungo questa valle, che si concentrano i tanti affioramenti rocciosi detti “pietre di Sansone”, sui quali – intorno all’anno 1000 – si svilupparono caratteristici borghi medievali tra cui Lettopalena, uno dei centri più piccoli della provincia di Chieti, il cui territorio si estende su un’area collinare che si innalza dai 680 m agli oltre 2600 m delle cime della Majella.

Borgo

Montazzoli

Il comune di Montazzoli fa parte della comunità montana Valsangro, inserito all’interno di un paesaggio tipico abruzzese, circondato da paesaggi stupendi e ricco di tracce storiche.

Borgo

Monteferrante

Monteferrante è un piccolissimo borgo, che conta meno di 200 abitanti, che sorge su una terrazza da cui si può godere della bellezza della Val di Sangro: il panorama spazia infatti dal lago Bomba alla Majella e il paese sembra un grazioso gioiello incorniciato da boschi, torrenti e prati.

Borgo

Morino

Il borgo di Morino sorge alle porte della Riserva Naturale Zompo lo Schioppo, un’oasi verde di 1.025 ettari nella Valle Roveto, una profonda incisione della terra che si estende, per circa 30 km, nel cuore dell’Appennino laziale-abruzzese. Poco distante dal suo centro storico di si trovano i resti del vecchio borgo di epoca romana che, abbandonato dopo il terremoto del 1915, conserva ancora oggi il suo fascino più autentico.

Un piccolo centro abruzzese dove natura, arte e tradizioni affascinano i turisti in ogni momento dell’anno.

Borgo

Moscufo

Piccolo borgo abruzzese di origini antiche, Moscufo, dall’alto della verde collina su cui sorge, domina maestoso la vallata sottostante. Circondato da rigogliosi uliveti attraversati dal tranquillo fiume Tavo, iI borgo si estende su una superficie di circa 20 kmq e si struttura in varie frazioni. Posto a 246 m s.l.m. dalle sommità del centro abitato è possibile ammirare, ad ovest, gli aspri profili della catena appenninica mentre, ad oriente, le dorate coste sabbiose della riviera adriatica.

La zona ospita inoltre numerosi frantoi formando, con i comuni di Pianella e Loreto Aprutino, il cosiddetto “triangolo d’oro dell’olio”: un’area le cui caratteristiche geomorfologiche e microclimatiche consentono la produzione di un olio extravergine dalle straordinarie qualità chimiche e organolettiche.

Borgo

Montepagano (Comune di Roseto degli Abruzzi)

Il borgo di Montepagano, nel comune di Roseto degli Abruzzi, rappresenta un centro attivo e pulsante, ricco di tradizioni e manifestazioni che lo rendono non solo un centro balneare di alta qualità, ma anche una città culturale e piena di vita.

Borgo

Perano

A forma di falce lunare, la piccola e unica Perano sorge nella Valle del Sangro, in una posizione panoramica unica e suggestiva. Da qui lo sguardo abbraccia l’ orizzonte, godendo di una vista a 360°, da un lato ammirando il massiccio della Maiella, dall’altro, non solo le colline poste a sinistra del fiume Sangro, ma anche i morbidi rilievi della Torretta, di colle Verri, il Mondrione d’Archi e Monte Pallano che, con le sue evidenze preistoriche, vanta un’ area archeologica di grande interesse. A dieci chilometri, in linea d’area, si scorge anche il mare e la sabbiosa costa adriatica.

Un angolo d’Abruzzo che racchiude in sé storia, tradizioni e religiosità, arte, e soprattutto natura, in tutte le sue declinazioni.

Borgo

Pereto

Pereto, piccolo centro soleggiato della Marsica, si mostra abbarbicato su uno sperone di roccia alle falde del Monte Fontecellese, un gruppo dei rilievi Simbruini che declina gradatamente verso la piana del Cavaliere, alla destra del fosse Fioio.

Le rocce che dominano nel territorio, di tipo carbonatico, conferiscono alla zona un aspetto aspro e rupestre. Tutt’intorno boschi di roverelle e quercine si alternano a imponenti faggete. Risorse idriche essenziali per l’economia del borgo e la vita dei pascoli di bestiame che popolano il territorio sono i fenomeni carsici, caratterizzanti queste montagne, e l’abbondanza di fresche acque sorgive.

Borgo

Pescina

Nel borgo medievale di Pescina, in Abruzzo, il suggestivo centro storico è caratterizzato da edifici e monumenti di pregio, tra i quali si svela ai visitatori il complesso religioso con la chiesa di Sant’Antonio e annesso il teatro San Francesco.

All’imbocco della Valle del Giovenco, tra il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, di cui è una delle principali porte d’accesso, e il Parco Regionale Sirente-Velino, il piccolo centro della Marsica è dominato dai resti del castello medievale Piccolomini, che con l’imponente torre, ancora ben conservata, domina sulla zona. Qui sono ancora visibili resti di antiche mura ciclopiche che fanno pensare alla presenza dell’uomo sin dalla preistoria.

Borgo

Rocca di Botte

Il borgo di Rocca di Botte, adagiato sul versante settentrionale del monte La Corte, è quasi nascosto dagli occhi furtivi ed indiscreti. Per la sua tranquillità è un’oasi di pace protetta dai monti.

Borgo

Scurcola Marsicana

Scurcola Marsicana è costituita attualmente dalla parte storica completamente collocata alle pendici del Monte S. Nicola e da numerose costruzioni nuove, realizzate lungo la pianura circostante.

Borgo

Silvi

Silvi, cittadina della Provincia di Teramo, è definita “la perla dell’Adriatico” per la sua unicità, che la contraddistingue dalle altre località situate sulla costa Adriatica.

Borgo

Rotondella

Rotondella è un piccolo Comune della Basilicata, che sorge in collina, a circa 600 metri di altitudine, nella zona sud occidentale della provincia di Matera. Fa parte della Comunità Montana Basso Sini.

Pagine