Tu sei qui

Sabato
28.07
fino al
29.07.2018
Abruzzo
Montepagano (Comune di Roseto degli Abruzzi)

La leggenda del Borgo, rievocazione storica a Montepagano

Un romanzo, scritto dagli alunni di una classe liceale nell'ambito di un laboratorio di scrittura creativa, si trasforma in una rievocazione storica rinascimentale a Montepagano il 28 e 29 luglio 2018. La Leggenda del Borgo Mons Pagus AD 1566 

 

Il Comune di Roseto degli Abruzzi, in collaborazione con le varie Associazioni presenti sul territorio e il Polo Liceale "Saffo", ha sviluppato il progetto di una rievocazione storica, al fine di promuovere turisticamente il territorio a livello regionale e nazionale.

Il borgo, con la sua particolare struttura medievale con porte di ingresso, chiese, piazze, antichi palazzi e punti panoramici, ben si presta ad ospitare l'allestimento di una rievocazione storica rinascimentale.

È noto che intorno al 1500 il Mare Adriatico fosse battuto dalle scorrerie saracene legate alla guerra di Lepanto, e fu così che alcune galee, attraccate ad Ortona e Francavilla, fecero sbarcare sparuti gruppi nella piana di Montepagano, che in seguito fu attaccata.

Da qui l'idea degli alunni di una classe del Liceo Saffo di scrivere un romanzo su questo evento storico.

Il progetto è stato realizzato nell’ambito di un laboratorio di scrittura creativa guidato dalla Prof.ssa di lettere Paola Di Filippo, in collaborazione con la scrittrice e poetessa Lorena Marcelli. Prodotto finale, il libro intitolato "La leggenda del Borgo".

La trama del romanzo, rielaborata dal regista Mario Villani, verrà rappresentata nelle due serate del 28 e 29 Luglio 2018. Il testo, oltre a essere frutto di una ricerca storica, vuole mettere in evidenza molti temi di attualità quali l'integrazione, il rispetto dell'altro e l'apertura nei confronti di diverse culture e religioni, tematiche che hanno fatto nascere l’idea di avviare una collaborazione con lo S.P.R.A.R. di Roseto degli Abruzzi.

Il borgo sarà interamente immerso nell'atmosfera rinascimentale, grazie agli allestimenti d'epoca, ai palazzi addobbati per l'occasione e all'apertura degli antichi fondaci. L’organizzazione dell'allestimento è stata affidata alla art designer Angela Di Giuseppe, in collaborazione con l'architetto Roberta Centorame, che ha curato, inoltre, la parte grafica.

Punto di forza della manifestazione, la creazione degli allestimenti del borgo e dei costumi d'epoca, a partire solo ed esclusivamente da materiali riciclati. I costumi sono stati realizzati dall'Associazione Vecchio Borgo e dalla signora Anna Marroni.

Le due serate del 28 e 29 luglio si avvarranno del servizio navetta con due punti di raccolta, uno alla stazione di Roseto e uno al Palazzetto dello Sport.

L'ingresso sarà di 3,00 euro a persona, per i bambini sotto il metro di altezza e per i residenti del borgo, è previsto l'ingresso gratuito.

Verrà allestito un banchetto con cibi di ispirazione rinascimentale al prezzo di 15,00 euro.

All’ingresso verrà consegnato un depliant con la mappa del borgo, che permetterà ai visitatori di seguire un percorso ricco di sorprese. Durante la rievocazione, infatti, sarà possibile assistere allo spettacolo di tamburini, falconieri, sbandieratori e non solo! Negli antichi fondaci si potranno assaggiare prodotti locali a carattere artigianale come birra, porchetta, salumi, formaggi ,frittelle, dolci e visitare gli stand di prodotti tipici a km 0.

Nella piazza sarà allestito un banchetto rinascimentale, allietato da giovani musicisti e danzatrici che si alterneranno con cori e balli. Ma non è finita qui.

All’interno del borgo i visitatori potranno affittare un costume per trasformarsi in figuranti rinascimentali e prendere parte, in prima persona, alla creazione di un’atmosfera ancora più coinvolgente.