Tu sei qui

Consorzio ASSO-MAB Alto Molise

Molise

La Riserva UNESCO Man and Biosphere (MaB) di Collemeluccio-Montedimezzo “Alto Molise”, riconosciuta ed inserita nel network mondiale del programma nel giugno del 2014 è finalizzata alla tutela e la valorizzazione delle risorse ambientali, alla promozione del territorio attraverso la creazione di servizi nei settori culturale, turistico e sociale e  per costituire un sistema di rete per la valorizzazione dei territori dei comuni consorziati (Carovilli, Chiauci, Pescolanciano, Pietrabbondante, Roccasicura, San Pietro Avellana e Vastogirardi),

L'Associazione di Consorzio ASSO-MAB Alto Molise

Il Consorzio ASSO-MAB è formato da sette comuni dell’area (Carovilli, Chiauci, Pescolanciano, Pietrabbondante, Roccasicura, San Pietro Avellana e Vastogirardi), dalla Regione Molise, dal Corpo Forestale dello Stato (Ufficio Territoriale per la Biodiversità) e dall’Università del Molise. La Riserva si basa su peculiarità uniche anche a livello nazionale. Infatti, a differenza della quasi totalità delle altre aree MaB UNESCO italiane, grazie al processo volontario delle comunità locali, si è riusciti a costruire la prima Riserva della Biosfera italiana completamente autonoma da enti parco sia regionali sia nazionali. La Riserva riconosciuta dall’UNESCO si estende sui territori dei comuni consortili per una superficie totale di oltre 25.000 ettari. La presenza di ben 7 Siti di Importanza Comunitaria (Natura 2000) caratterizzati da 12 habitat, di cui 3 prioritari, di importanti siti archeologici e di aspetti del paesaggio silvo-pastorale conferisce all’intero territorio della Riserva un’ampia e poliedrica valenza nella conservazione e valorizzazione della diversità biologica e del paesaggio culturale.

La Riserva MaB si caratterizza per essere:

  • un luogo di eccellenza in cui testare e applicare idee innovative per lo sviluppo sostenibile che fungano anche da supporto “logistico” per la ricerca, il monitoraggio, l’educazione e la formazione attiva (si pensi, ad esempio, alla presenza di un ecomuseo, di percorsi naturalistici e di aree permanenti di monitoraggio degli ecosistemi);
  • un sito in cui unire conoscenza scientifica e governance partecipata per limitare la perdita di biodiversità, migliorare le locali condizioni economiche, sociali e culturali in un quadro di sostenibilità ambientale (l’area rappresenta un esempio di gestione forestale sostenibile, di un insieme di borghi accoglienti abitati da comunità sensibili alla conservazione del paesaggio);
  • un’area con una fondamentale funzione di spazi educativi e di modello locale, in cui innovazione e buone pratiche siano condivise a livello globale nella Rete Mondiale delle Riserve della Biosfera.

Nell’area della Riserva MaB UNESCO “ALTO MOLISE” sono state individuate circa 900 specie di flora vascolare (oltre 1/3 di quelle dell'intero Molise) appartenenti a 900 famiglie e 400 generi. Per la flora le specie di particolare interesse conservazionistico sono 80 (IUCN, Natura 2000).

Per la fauna sono state individuate 196 specie (anfibi, rettili, invertebrati, uccelli e mammiferi) di cui 58 specie di particolare interesse conservazionistico (IUCN, Natura 2000).